Il Castoro a Scrittorincittà 2019: eventi e autori ospiti

Il Castoro a Scrittorincittà 2019: eventi e autori ospiti

Ci attende un ricco programma di eventi per questa XXI edizione del festival Scrittorincittà di Cuneo! I nostri autori sono in partenza per incontrare centinaia di ragazzi e portare le loro storie: Marta Palazzesi con Nebbia, Sualzo con 21 giorni alla fine del mondo, Carlotta Cubeddu con Penso Parlo Posto e, in arrivo dalla Spagna un’ospite internazionale, Maite Carranza autrice di Come in un film che sarà affiancata dal traduttore del libro Francesco Ferrucci!
 
Tutti gli eventi in programma con i nostri autori:
 
giovedì 14, ore 11 || a scuola || classi I-II
Bugie per amore
La mamma di Olívia recita nella parte della parrucchiera in una telenovela super famosa. Ma quando la produzione decide di cancellare il suo personaggio, il lavoro (e la sua vita) precipitano. I conti di casa non tornano più, cominciano tempi duri. Per fortuna Olívia non è presa dal panico ma dalla fantasia: fa credere al fratellino Tim che stanno girando proprio a casa loro un film segretissimo di Hollywood. Nel solco del film La vita è bella, la catalana Maite Carranza ci dice che c’è sempre una speranza e che le storie, se piene d’amore, ci tengono vivi. Con il traduttore Francesco Ferrucci.
 
venerdì 15, ore 9 || centro incontri, sala rossa || classi I-II
A film di bene
Olívia ha tredici anni e la vita le precipita addosso? Non c’è problema. Lei vive con il fratellino Tim e la mamma attrice, che in Tv interpreta una coraggiosa e focosa parrucchiera in una nota telenovela. Quando la madre perde il lavoro, e i conti di casa non tornano più, Olívia decide di tener su il morale di Tim inventandosi un’enorme frottola. Gli dice che stanno girando un film, ma è un assoluto segreto. La catalana Maite Carranza ci racconta la storia di una grande bugia a fin di bene. O a film di bene, a seconda dei punti di vista. Con lei Matteo Corradini e il traduttore Francesco Ferrucci.
 
PER IL PUBBLICO: sabato 16, ore 16.30 || centro incontri, sala robinson || dai 10 anni || € 3
Posto? Prima ci penso…
Vogliamo cambiare il mondo un post alla volta. Come? Attraverso storie (tante), domande (tantissime) e risposte (le vostre) su ciò che si comunica di sé, sul come e sul perché lo si fa. Partiremo dal Manifesto della comunicazione non ostile dell’associazione Parole O_Stili e inizieremo una scalata alle nostre abitudini di comunicazione online e offline. Perché? Per essere felici, per stare bene con gli altri e con noi stessi, per decidere attivamente quale tipo di persona vogliamo essere. Non si è mai troppo piccoli o troppo grandi per cominciare. Incontro con Carlotta Cubeddu (con Federico Taddia; Penso Parlo Posto).
 
lunedì 18, ore 9 || centro incontri, sala rossa || classi I-II-III
Quanto manca alla fine del mondo?
È estate, e a Lisa succede una cosa inaspettata: rivede dopo anni Ale, l’amico inseparabile di quand’era bambina. Bello, no? Ma Ale sembra avere un segreto da tenere, qualcosa che cova nel profondo del suo cuore e prima o poi uscirà. Forse un dolore, forse qualcosa che manca. Forse qualcosa è cambiato e bisogna farci i conti. Silvia Vecchini e Antonio “Sualzo” Vincenti ci raccontano una straordinaria storia d’amicizia in forma di graphic novel per dirci che ripartire insieme è faticoso, certo, ma è la cosa più bella che ti possa capitare.
 
lunedì 18, ore 9 || a scuola || classi I-II-III
La voce del lupo
E se un giorno ti svegliassi rinchiuso in una gabbia, lontano dalla tua terra e senza la possibilità di far sentire la tua voce? È quello che succede a Nebbia (Il Castoro), l’ultimo lupo del Regno Unito, prigioniero in un circo nella Londra di fine Ottocento. Nebbia, in realtà, una voce ce l’ha, ma nessuno sembra interessato ad ascoltarla. Tranne il giovane Clay, un orfano che vive lungo il Tamigi insieme alla sua banda, i Terribili di Blackfriars Bridge, e sopravvive vendendo gli oggetti che trova lungo le rive. Restare indifferenti davanti a quell’ingiustizia è impossibile per lui. Ha così inizio l’avventura di Clay e Nebbia, che li metterà entrambi alla prova e li obbligherà a trovare il modo di comunicare, nonostante le enormi differenze che li separano. Ce la racconta l’autrice Marta Palazzesi.
 
lunedì 18, ore 11 || centro incontri, sala rossa || classi I-II-III
La voce del lupo
Londra, 1880. Clay ha 13 anni ed è un mudlark: uno dei ragazzi che vivono in baracche sul Tamigi, vendendo gli oggetti che trovano nel fango lungo le rive. Quando un nuovo circo si stabilisce in città, Clay si intrufola al suo interno con la speranza di vendere un mazzo di tarocchi. Sorpreso a curiosare proprio da Ollie, la giovane nipote della cartomante, viene portato al cospetto della gabbia del lupo, l’ultimo esemplare rimasto nel Regno Unito. Nebbia – così lo rinomina Clay – è feroce, arrabbiato, assolutamente indomabile. Da quel momento, in Clay scatta qualcosa: vuole, con tutte le sue forze, che l’animale ritorni libero e, con la stessa tenacia, cerca di creare un legame con lui, aiutato da Ollie. Marta Palazzesi presenta Nebbia. Con lei Chiara Codecà.
 
lunedì 18, ore 11 || a scuola || classi I-II-III
Quanto manca alla fine del mondo?
È estate, e a Lisa succede una cosa inaspettata: rivede dopo anni Ale, l’amico inseparabile di quand’era bambina. Bello, no? Ma Ale sembra avere un segreto da tenere, qualcosa che cova nel profondo del suo cuore e prima o poi uscirà. Forse un dolore, forse qualcosa che manca. Forse qualcosa è cambiato e bisogna farci i conti. Silvia Vecchini e Antonio “Sualzo” Vincenti ci raccontano una straordinaria storia d’amicizia in forma di graphic novel per dirci che ripartire insieme è faticoso, certo, ma è la cosa più bella che ti possa capitare.